lunedì 5 marzo 2012

* nella nostra cucina - riso pilaf al pomodoro

Ecco un primo piatto facile facile e molto gustoso. Se vi piace sentire i chicchi di riso un po' croccantini, insieme ad un bel profumino di pomodoro e origano, è quello che fa per voi. 
Vi darò le quantità per quattro persone, ma è molto semplice intuire come fare ad aumentare le dosi: quantità di pomodoro doppia rispetto alla quantità del riso, e il gioco è fatto.
Il Capitano dice sempre che ne faccio troppo poco di questo 

RISO PILAF AL POMODORO
Ingredienti per 4 persone
400 gr di riso Vialone Nano o Carnaroli
800 ml di pelati passati o frullati con il pimer (o di passata di pomodoro, che in genere non uso perché troppo densa, se proprio sono costretta ad usare la passata la diluisco con un po' d'acqua)
2 spicchi d'aglio
origano abbondante 
basilico (se è stagione o se lo avete in frezeer, altrimenti è buono anche senza)
sale
olio extravergine d'oliva
una pirofila che possa passare dal fornello al forno

Preriscaldare il forno a 200°. Portare ad ebollizione il pomodoro salandolo e condendolo con abbondante origano. Nel frattempo, in una pirofila in pirex con uno spargifiamma sul fornello, far imbiondire l'aglio con 3 cucchiai d'olio e tostare il riso come fareste per il risotto.
Dopo qualche minuto, versare nella pirofila il pomodoro portato ad ebollizione, aggiungere il basilico (se lo avete).
Dare una rimescolatina e mettere velocemente nel forno, in modo che non perda il bollore.
Cuocere secondo i tempi di cottura del riso che avete usato (di solito io lo lascio in forno 18/19 minuti se ho usato il carnaroli, e 15/16 minuti se ho usato il vialone).
Et voilà...
Rimescolare prima di servire, in modo da ridistribuire il pomodoro in superficie, e buon appetito.
:o)

 


12 commenti:

  1. C'è sempre qualche sorpresina succulenta qui eh?! Io adoro il riso! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Sarah anche a me piace tantissimo, infatti ne ho sempre una scorta di diversi tipi, uno per ogni tipo di preparazione... fissazioni??

      Elimina
  2. oddio oddio oddio.
    ho già fame e son solo le 8.26...
    e adesso????

    :-D

    baciuz (slurp!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Franny!!! di già?? ma non hai fatto colazione? o sei, come me, più stuzzicata dal "salato"?
      baciuz

      Elimina
  3. siii....buonissimo, potrebbe chiamarsi riso ai "pomodori ripieni...fuggiti", ti ricordi vale, come gli spaghetti "del nonno" alle vongole fuggite.
    e tra l'altro lo sai che è la prima cosa che cucinai a benedetto una volta che venne a casa con marussina, freschi freschi "fidanzati", non so come feci ma venne una fetenzia che ancora mi ricordo...bleah!...e nonostante ciò...rimase...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ zia mariella pubblicherò presto anche la ricetta dei favolosi pomodori ripieni: li adoro! però il sapore lo trovo diverso, sarà che nei pomodori ripieni non ci metto l'origano, ma solo prezzemolo e aglio...

      Non ci posso credere che ci sia stato un momento in cui non eri capace nemmeno di fare uno "spaghetto alla vongola fujuta", però devo dire che intono ai 18 anni nemmeno io ero una cima in cucina... ehehehe, diciamo che ci siamo riprese alla grande tutte e due, pure troppo... ahahahah
      baciuzzi

      Elimina
    2. marussina è la sorella di benedetto...ed era il riso...non gli spaghetti (più facile ancora!)

      Elimina
  4. Sai che per me il riso con il pomodoro e come il cioccolato con le aringhe?
    Anche se però gli arancini (che solitamente hanno dentro il ragù) mi piacciono un sacco!
    Vabbè, io son tutto strano quando si tratta di cibo...
    ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Mauro guarda che questo riso ha un sapore e una consistenza dei chicchi completamente diversi dal semplice riso bollito e condito con la salsa di pomodoro... secondo me bisognerebbe che lo provassi, potresti ricrederti, del resto se ti piacciono gli arancini...

      Elimina
  5. Da te riso, da me finocchi... ci stiamo dando da fare coi post di cucina, eh!
    :-)
    Io il riso lo adoro, mi piace persino quello bianco poco condito - che Davide definisce "da malato" - quindi figurati se non mi lascio tentare da questa ricetta che, tra l'altro, sembra proprio facile facile!
    Ah, non c'entra niente, ma hai visto che ho pubblicato il post su Amazon? Un abbraccio grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Viviana anche a me piace tantissimo, per cui cerco di farlo in modi sempre diversi. Vengo a vedere la tua ricetta dei finocchi e a leggere il post su Amazon, che letto in anteprima mi è sempreto molto interessante e da condividere senz'altro!
      baciuzzi

      Elimina

Che ne pensi? e dai!!! lasciami un commento...