mercoledì 10 ottobre 2012

* Autoproduzione: deodorante fai da te

Dopo lo spray igienizzante per il bagno e il dentifricio fai da te, ecco un'altra autoproduzione, ampiamente testata. 
Un deodorante, semplicissimo da preparare ed estremamente efficace [ha superato con eccellenti voti la prova caldo dello scorso agosto!!], composto da pochi reperibilissimi ingredienti. Non lascia aloni sugli abiti e non brucia dopo la depilazione.
Dato il suo ph basico non è proprio adatto a tutte le pelli, ma vale la pena di provare. Anche l'uso degli oli essenziali che si trovano tra gli ingredienti va fatto con una certa moderazione ed è preferibile usare lavanda o limone insieme al tea tree.



Ecco cosa usiamo noi per farlo:

90 ml di acqua demineralizzata
circa due cucchiaini di bicarbonato di sodio
10 gocce di olio essenziale di tea tree
10 gocce di olio essenziale di lavanda (o di limone)

[NOTE: volendo si può aggiungere alla soluzione un cucchiaino di olio di mandorle dolci; chi ha la pelle particolarmente sensibile può anche evitare di usare gli oli essenziali, la soluzione di sola acqua e bicarbonato sarà inodore ed ugualmente efficace, in ogni caso è meglio non superare le 20 gocce totali di oli essenziali. QUI un interessante link dove trovare delle notizie sugli oli essenziali]

Mettiamo il bicarbonato nell'acqua in quantità sufficiente ad ottenere una soluzione satura, vale a dire che deve rimanere del bicarbonato precipitato (non sciolto) sul fondo del bicchiere, perché nell'acqua è presente la massima quantità di bicarbonato che è possibile disciogliere in essa.
Di solito lasciamo questa soluzione riposare per l'intera notte.
Il giorno dopo versiamo la soluzione satura di acqua e bicarbonato molto lentamente nello spruzzino che si vede nella foto, facendo attenzione a non versare anche il bicarbonato depositato sul fondo del bicchiere, poi aggiungiamo le gocce dei due oli essenziali e agitiamo.
Dal momento che gli oli essenziali non si sciolgono nell'acqua, è molto importante ricordarsi si agitare il flaconcino prima di ogni spruzzata. 

:o)


14 commenti:

  1. lo provo! L'avevo già letto in qualche blog, ma non mi ero decisa a farlo.... mi hai convinta!
    Annamaria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Annamaria vale la pena di provare, perché il costo per prepararlo è veramente basso, e se ti ci trovi bene è la scoperta dell'acqua calda!!!

      Elimina
  2. ciao a tutti!ottima soluzione!anche nella mia crapa gira da tempo l'idea di provarci...e vai di eco-deo!sai se c'è per caso qualche olio essenziale in particolare che non sarebbe il caso di usare?
    Giorgia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Giorgia nel link che ho indicato nel post li trovi tutti, ma ti riassumo qui quelli fototosssici e quelli irritanti:
      Fototossici
      Angelica radice - Angelica archangelica radix
      Arancio amaro - Citrus aurantium var. amara
      Bergamotto - Citrus aurantium var. bergamia
      Calendula - Tagetes minuta e T. patula
      Carvi - Carum carvi
      Cumino - Cuminum cyminum
      Lime - Citrus aurantifolia
      Limone - Citrus limonum
      Petitgrain di Mandarino - Citrus reticulata (C. nobilis var. deliciosa)
      Pompelmo - Citrus x paradisi
      Ruta - Ruta graveolens
      Verbena odorata - Lippia citriodora

      Irritanti
      Basilico
      Pepe nero e tutte le spezie piccanti in generale
      Cannella corteccia
      Ginepro
      Limone e agrumi in generale
      Lemongrass
      Menta
      Pino
      Timo

      e grazie a Valeria Mancini, moderatrice di Compro e Spignatto

      Elimina
    2. fantastico, meglio di Wikipedia...ti potremmo chiamare Herbalpedia!!! :-)
      grazie per le info e cmq per la cronaca...ci ho provato, ho seguito passo passo la tua proposta e devo dire che piace moltissimo in famiglia, evviva!

      Elimina
  3. Molto interessante!
    Io uso il cristallo di rocca che è naturale e inodore, ma il vostro con gli oli essenziali è sicuramente un'ottima alternativa...
    Con quello che costano i deodoranti nei supermercati vale la pena provare.
    Ciao Filibustieri, buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Ilaria anche io prima usavo il cristallo, poi ho scoperto che anche quello fa male [purtroppo non ricordo più dove ne ho trovato notizie], e allora è finito dritto dritto nella spazzatura. Ho usato per un po' un deo spray della Weleda alla salvia [lo sprizzino che uso ora è il suo!], che però quando mi depilavo mi faceva vedere le stelle. Trovare questa ricetta è stata una salvezza.
      ciao! e buon fine settimana!

      Elimina
  4. sei veramente incredibile!!!!!!! :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ francesca tutte queste auto-eco-produzioni oltre tutto ci fanno anche risparmiare un sacco di soldi.
      Ma forse è meglio che io scriva un post su questo, perché altrimenti ne viene fuori un papiello!
      bacioni!!

      Elimina
  5. Risposte
    1. @ Anna non sono super, dai, cerco solo di usare meno "troiai", come si dice qui, possibile! eheheh
      ti abbraccio

      Elimina
  6. Tempo fa ho provato a farlo sia come soluzione satura che in polvere, mescolato ad amido di mais, ma sono allergica anche a questa alternativa, come pure al "cristallo"... insomma, ho dovuto rinunciare al deodorante pena dermatiti da paura, però finchè ce l'ho fatta devo dire che era un ottimo prodotto (io usavo o.e. di limone e arancio, almeno all'inizio, poi ho provato ad eliminare gli olii sperando di eliminare anche la dermatite).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Tatiana mentre leggevo il tuo commento ho pensato anche io che fossero gli oli essenziali a darti noia, ma evidentemente la tua dermatite è causata dal ph basico del bicarbonato... il cristallo fa male, non mi ricordo più dove l'ho letto, ma quello che ho letto era talmente convincente che sono andata di corsa in bagno a prenderlo per buttarlo via!

      Elimina

Che ne pensi? e dai!!! lasciami un commento...