domenica 16 febbraio 2014

* Una promessa è una promessa


Viviana ed io ci "conosciamo" virtualmente da molti anni,  nel corso dei quali ha spesso cercato di coinvolgermi nei cosiddetti "Meme" o "Premi" e similari,  ai quali - lei sa benissimo - sono fortemente refrattaria. Però Viviana è una tipa pertinace, ci riprova con pazienza ogni volta, come dimostra l'ultimo, al quale ho commentato dicendo: "- Vivi, con tutto l'affetto che ho per te, ma 'ste domande... non potresti stilare tu un elenco di 10 domande ad hoc per me?? giuro che rispondo, a tutte, e ci scrivo un post! promesso! -" e lei non se l'è fatto ripetere due volte, inventandosene uno di sana pianta, proprio per me! ed è stata anche buona, visto che si è limitata a farmi solo 5 domande, anziché 10!

E mo'? mica posso tirarmi indietro? tanto più che mi ha preso in parola e l'ha chiamato "Una promessa è una promessa", facendo anche una serie di riflessioni sul valore che hanno le promesse al giorno d'oggi, in cui la coerenza che dovrebbe essere un valore, ha perso il suo significato, o forse non l'ha perso: è semplicemente ignorata a seconda delle convenienze.

Le regole del "gioco" sono le stesse di sempre: "vengono poste delle domande alle quali i designati devono rispondere e dovranno poi diramare a loro volta, citando con un link chi li ha nominati".

Le domande elaborate da Viviana sono le seguenti:

1) Qual è la promessa che ti hanno fatto e non mantenuto che più ti brucia ancora?
Non me ne ricordo. Diciamo che dimentico facilmente i torti che subisco, a meno che non siano gravi e reiterati, per cui se qualcuno mi ha fatto una promessa importante e poi non l'ha mantenuta l'ho dimenticato: nessun bruciore.

2) Qual è la promessa che ti hanno fatto che ti ha resa più felice quando è stata mantenuta?
Se faccio un bilancio di promesse mantenute che mi hanno resa felice ce ne sono tantissime nella mia vita, e sceglierne una mi risulta difficile, anche perché riguardano tutte la conferma dei miei affetti. Però posso dire che le promesse mantenute che mi fanno gioire e mi inorgogliscono di più sono quelle che mi fa la Gnoma e che riesce a mantenere, con la sua piccola maturità di quattrenne che dimostra di aver capito quanto le promesse siano importanti e che bisogna fare del proprio meglio per non infrangerle.

3) Hai mai fatto promesse che non sei riuscita a mantenere?
Sono dell'idea che se non si è sicuri di poter mantenere una promessa è meglio non farla, quindi mi faccio guidare da questo principio e generalmente funziona.
In un caso  in particolare a volte non mi riesce: quando torno a casa, al Sud, sono talmente tante le persone che vorrei vedere che spesso il tempo scarso o le circostanze non lo permettono, quindi la promessa di incontrarsi è capitato che io non l'abbia mantenuta.

4) Hai mai visto film sulle promesse (ad es. "Una promessa è una promessa" o "Bugiardo bugiardo") o letto libri incentrati su promesse (come ad esempio "La promessa" di Dürrenmatt o "Ho fatto una promessa" di Legrottaglie o "Palestina, una terra troppo promessa") e, se sì, cosa ne pensi?
No, mai visto nessuno di questi film, né letto uno di questi libri, e non mi viene in mente nemmeno qualcosa di alternativo a quelli suggeriti, ma prendo nota!!

5) Pensi che le promesse, la parola data, abbiano ancora valore nella vita di oggi?
Credo che abbiano valore individualmente, nel senso che c'è chi gli dà ancora un'importanza fondamentale.
Parlando in linea generale, invece, devo purtroppo notare con amarezza che No, non hanno più nessun peso sulla coscienza delle persone, soprattutto di chi ci governa: ultimamente ho sentito dire tutto e il contrario di tutto, seguendo le convenienze del momento corrente, e la cosa peggiore è che chi dovrebbe non ricorda, o fa finta di non ricordare, le promesse che sono state fatte.

Ora giro queste domande a chi vorrà rispondere e, come suggerito sagacemente da Viviana, "se la modalità "a domanda, rispondo" non vi garba, potete tranquillamente scrivere un post che però sia inerente all'argomento e tratti di promesse mantenute o di aspettative deluse: un racconto, un commento a un episodio di cronaca, un vostro ricordo personale... ovviamente inserendo anche il logo del premio."

1 commento:

  1. Oh che bello, apprendo di essere "una tipa pertinace" e non "una clamorosa scassaballe"! E' molto meglio di quanto mi aspettassi! Ha! Ha! Ha!
    Grazie mille Vale e scusa per averti coinvolta, ancora una volta, in questi giochetti, ma davvero per me ogni scusa è buona per scambiare due chiacchiere - seppur virtuali - e conoscerti un pochino meglio. La finezza del "nodo da marinaio/promessa da marinaio" come logo del premio è un ulteriore riconoscimento a te, perla rara nonchè marinaia che mantiene le promesse! :-)
    Un abbraccio grande e complimenti per il MAGNIFICO vestito da drago per la gnoma: sei davvero una mamma dalle diecimila risorse (altro che mille!)!

    RispondiElimina

Che ne pensi? e dai!!! lasciami un commento...