mercoledì 24 ottobre 2012

* Harborea - festa delle piante e dei giardini d'oltremare

Eccomi, con un po' di ritardo, a raccontarvi della nostra mezza giornata ad Harborea. E' stato bello, anche se sono andata via con la sensazione di non aver visto proprio tutto per bene, perché la Gnoma era un po' annoiata, e di conseguenza un po' lagnosetta.
Il parco di Villa Mimbelli, che ospitava la mostra, è un posto molto bello ricco di piante ad alto e basso fusto, la cornice ideale per una manifestazione del genere.


Il sole non era proprio splendente, ma tiepido e gradevole.


Questa edizione era dedicata alle rose rifiorenti e alle piante tropicali, ma c'erano anche tanti stand che proponevano piante diverse.

Il Capitano ama molto le rose, che nel nostro giardino mancano, per cui la nostra prima tappa è stata dedicata a questi fiori bellissimi.


L'espositore aveva anche delle bellissime Clematidi, ma  il nostro budget era piuttosto limitato e le rose che abbiamo preso non è che fossero proprio economiche. Sarà per un'altra volta. Per ora mi accontento delle foto [Ilaria, sono dedicate a te!!].




Abbiamo scelto due piante di rosa, la prima profumatissima ha un nome che io trovo del tutto inappropriato, Julio Iglesias!!! ma evidentemente chi l'ha creata era un suo fan...
La sua bellezza e il suo profumo, molto intenso, fanno dimenticare questo particolare dissonante.



Come vedete, ha subito attirato un'ospite!

La seconda,  pare si chiami Bolshoi, ma il vivaista non ne era del tutto sicuro [bah!!!!]. Ci è piaciuto il suo colore giallo pallido.


Tra i vari stand che proponevano cose un po' diverse dalle sole piante ci ha colpito molto uno che esponeva frutti antichi e che vendeva anche alcuni alberelli.
Purtroppo non ho preso nota del suo nome, ma ho scattato parecchie foto del banco con decine di mele e pere diverse dai nomi curiosi.






In questi aster colore del cielo mi ci sarei tuffata, sembravano una nuvola azzurra... decisamente molto fotografati da quello che ho potuto notare mentre facevo questo scatto.


La Gnoma, intanto,  si aggirava incuriosita tra i lavori in ferro battuto per gli arredi esterni.


C'erano poi numerosi espositori di piante grasse, questo era davvero spettacolare con la sua distesa di piccoli esemplari.






Un altro piccolo acquisto, forse un po' fuori tema, lo abbiamo fatto al banco delle spezie



Un curry non piccante, in modo che anche la Gnoma possa gradirlo. C'era da lasciare le tasche anche qui!

E per finire ancora due bellissime creature di madre natura:
dei superbi cedri


e una elegante orchidea...



Ah! dimenticavo di dire che abbiamo acquistato anche tre bulbi di fritillaria, dall'odore piuttosto pungente [pare infatti che siano antitalpe e antizanzare] di cui purtroppo non ho foto da mostrarvi, ma che promettono piuttosto bene, e speriamo che non puzzino anche i fiori!

:o)

8 commenti:

  1. meraviglioso Va,
    bellissimo giro mi facisti fari, sarebbe stato bello essere li con voi, Carlotta avrebbe distratto la gnoma e noi avremmo fatto i nostri giretti :)
    ***
    Cla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Claudia davvero sarebbe stato bello! una distrazione come Carlotta per la Gnoma sarebbe stato un bel regalo!... e anche la tua presenza, per la mamma della Gnoma :o)
      baciuzzi

      Elimina
  2. Mi vergogno di non aver trovato il tempo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ barbara e io ho il rimpianto di non averti avvisata che andavamo, forse con uno sprone saresti venuta anche tu con noi, chissà!

      Elimina
  3. Bellissima mostra, adoro la foto con la varietà di mele antiche... se mi impego immagino anche il profumo che si sentiva... mmmm... bontà! Bravi, le gite fuori porta sono annoverate tra le mie giornate preferite!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Valentina, scusami ma mi ero persa questo tuo commento! anche a me piacve andare in giro, peccato che abbiamo sempre tanto da fare nei week end che spesso non ci muoviamo da casa... anche se devo dire che qui si sta tanto bene!

      Elimina
  4. Avevo perso anche questo...ma mi son rifatta!
    Gli arredi da esterno in ferro battuto tra cui si aggirava la Gnoma son gli stessi che a Campiglia in giugno hanno fatto innamorare e impazzire Binotto: uccellini e farfalline...anche il venditore era lo stesso (l'ho riconosciuto nella foto!), ma là aveva più cose, forse aveva più spazio.
    Il banco di mele e pere antiche era una vera preziosità: quanto avrei voluto vederlo!
    Ottima la scelta della rosa Iglesias...ora cantategli qualcosa che fiorisce meglio:-))
    Bellissimo reportage Valeria!
    A presto!
    :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Anna tu ti sei persa il post, e io il commento! avevo una vaga idea di averli già visti quei lavori, ed ecco svelato il mstero, li avevo visti nelle tue foto!!! baci!

      Elimina

Che ne pensi? e dai!!! lasciami un commento...