domenica 29 luglio 2012

* Glass Beach

Certo che l'uomo ne combina! Ma la natura sa sempre cosa fare... se la si aiuta!

Foto via Colossal - Art & Design

Durante i primi del XX secolo, gli abitanti di Fort Bragg, in California, cominciarono a smaltire i propri rifiuti lanciandoli dalle scogliere alle spalle di una spiaggia. Elettrodomestici, automobili, e tutta la spazzatura possibile veniva gettata tra le onde che si infrangevano sotto la scogliera che si guadagnò il nome The Dumps, Le Discariche.
Nel 1967 il North Coast Water Quality Board chiuse totalmente la zona e avviò una serie di azioni mirate a pulire il sito e invertire la situazione creata lentamente da decenni di inquinamento e danni ambientali.
Ma c'era una cosa troppo costosa (o forse impossibile) da affrontare: i milioni di piccoli frammenti di vetro formati dalla risacca. Nel corso del tempo le onde dell'oceano sono state implacabili e, in un certo senso, hanno ripulito la spiaggia, trasformando la sabbia in una scintillante, variopinto letto di pietre di vetro levigate ora noto come Glass Beach.

Foto via Colossal - Art & Design


Foto via Colossal - Art & Design

Foto via Colossal - Art & Design


Foto via Colossal - Art & Design

15 commenti:

  1. Quale migliore artista della natura? :) E noi, come al solito, siamo proprio bravi a distruggerla...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Sarah a volte sembra quasi che ci si impegni a deturparla. Ma in questo caso, con un po' di aiuto di uomini che hanno recuperato il senno e ripulito dagli altri rifiuti, ci ha pensato il mare a fare il lavoro grosso!
      Il risultato è piuttosto pittoresco... eheheh

      Elimina
  2. Chi non ha mai raccolto vetri colorati sulla spiaggia, magari stando seduti sulla battigia a chiacchierare, le mani che si muovono a ventaglio tra acqua e sassolini. All'arrivo di ogni onda affondano un po' lambite dalla sabbia. E avanti così, per mezz'ore intere, senza pensarci. Quando ci si rialza, accanto alle impronte, resta un piccolo deposito di pietruzze colorate. Un' altra onda, un'altra ancora .... e non ci sono più....;)
    KissKiss

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ barbara hai ragione, almeno da bambini credo che lo abbiamo fatto tutti, qualcuno (me compresa) anche da adulto!
      Notavo proprio ultimamente che di questi vetrini levigati se ne trovano sempre meno, e mi è parso un buon segno, vuol dire che si è persa la cattiva abitudine di gettare le bottiglie di vetro in mare... almeno lo spero!

      Elimina
    2. oppure sempre più grandi come me se li portano via!!

      Elimina
  3. Da bambina amavo i piccoli vetrini colorati e levigati che trovavo in spiaggia: ne conservo ancora barattoli interi.
    Vederne una spiaggia intera fa veramente impressione...
    Buona domenica!
    A presto!
    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Anna anche io, ne ho diverse piccole bottigline che, nella mia maniacalità, ho diviso per colore...
      questa spiaggia l'ho trovata impressionante anche io, seppur bella nella sua artificiosità, anche se ancora più belle ne ho viste due, una a Lefkas, nelle isole Ionie, e una in Sardegna, di fronte all'Isola di Tavolara, interamente formate da conchiglie... quelle sì che erano spettacolari!
      Dovei averne anche delle foto fatte con la mia vecchia reflex analogica, chissà se riesco a recuperarle...

      Elimina
  4. Incantevole la Glass Beach! Non ne avevo mai sentito parlare...
    Meno male che la natura ha rimediato in modo così scenografico!
    Sono sempre stata affascinata dai sassi e dai vetrini levigati dal mare, meglio trattenersi dal raccoglierli però!
    Ciao bella gente, buona domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Ilaria io l'ho scoperta per puro caso nei miei girellamenti per la rete.
      Non sono d'accordo sul non raccoglierli, in fondo non sono qualcosa che fa parte della natura, ma un residuo dei nostri cattivi comportamenti da umani irrispettosi della natura... piuttosto invece, pur essendo stata una raccoglitrice di conchiglie compulsiva, ora penso sia meglio lasciarle dove sono, quelle sì!
      buona domenica a te!

      Elimina
  5. Certo che...gettare tutto in mare...dei veri geni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Baol facciamo che avevano la scusante dell'essere ignoranti in materia di inquinamento ambientale... del resto gente del genere c'è anche ora, nel XXI secolo!!!

      Elimina
  6. nooooooooooooooooo!!!
    è il mio regno!!!!!!
    lo scorso anno col prolo ho setacciato la spiaggia per tornare a casa con una busta di simili tesori. quand'ero bambina io se ne trovavano a mucchi. ora, nel regno delle bottiglie di plastica, sono rarità dalle nostre parti...

    [che poi ho sempre amato cosa il diomare riesca a fare al vetro.
    gli toglie gli spigoli.
    lo ammorbidisce.
    un po' come fa il dioamore con noi uomini.
    il mare ama il vetro.]

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ firulì credo che pochi riescano a resistere alle "pietre preziose", come le chiamano i bimbi...
      peccato che ora il mare sia pieno di plastica, e quella proprio non la "digerisce"!

      Elimina
  7. visto così sembra davvero bellissimo... ma il problema è: tutto quello che non era vetro? è stato portato via nel processo di ripulitura o adesso vaga per il mare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ francesca quello che non era vetro hanno cominciato a rimuoverlo dal 1967, in 45 anni credo che oramai sia bonificato... spero!!!

      Elimina

Che ne pensi? e dai!!! lasciami un commento...