mercoledì 18 aprile 2012

* Otus scops, ovvero l'Assiolo

La scorsa primavera, durante una delle prime serate in cui si potevano tenere le finestre aperte, notammo uno strano richiamo. Decisamente si trattava di un uccello notturno, ma non avevamo la minima idea di che specie potesse essere. 
Il suono somigliava moltissimo a quello di una sonda, come quelle che si sentono nei film ambientati nei sottomarini.
La curiosità ci ha presi e abbiamo fatto una piccola ricerca su internet, che in casi come questi esprime tutta la sua meravigliosa potenza!
Siamo finiti nel sito del Centro Ornitologico Toscano, dove è possibile scaricare e ascoltare con iTunes le voci degli uccelli notturni monitorati in Toscana.  Lì abbiamo scoperto chi fosse il nostro vicino: un Assiolo (Otus scops), il più piccolo gufo europeo dopo la civetta nana [per chi volesse ascoltarne il canto dei due presenti nel sito del COT è il secondo, quello senza asterisco].
Raggiunge la grandezza di un merlo, e ha questo canto caratteristico che ripete instancabilmente per ore a una cadenza regolarissima. Passa l'inverno nelle savane africane e in primavera torna in Europa.
Anche quest'anno è di nuovo sugli alberi del nostro giardino.
Qualche sera fa, la Gnoma prima di andare a dormire lo ha sentito e incuriosita dal suo richiamo particolare mi ha chiesto cosa fosse. Così le ho spiegato che quel "chiù" era il verso di un gufo piccolo piccolo. E lei mi ha detto: -"Mamma, me lo fai un gufetto?"-
Potevo dirle di no???

così, ecco il nostro Assiolo


Si chiama Martin, in onore di Martin Feldman, vista la somiglianza, giudicate voi....


Sembra quasi un camaleonte, però è stato apprezzato, nonostante questo piccolo difetto agli occhi, è simpatico come il suo omonimo.
:o)

18 commenti:

  1. Hahahahahahaha è stupendo! Sei un'artista cara :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Sarah fa ridere, vero? anche io ogni volta che lo guardo non ne posso fare a meno, mi fa pensare troppo al vero Martin ehehehe

      Elimina
  2. Fortissimo! Proprio un bel gufetto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ iLa grazie. Sono proprio soddisfatta, e ancora più forte è inventarseli di sana pianta!

      Elimina
  3. E' bellissimo! Sei super brava!
    Buona giornata!
    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Anna grazie mille! a volte i difetti rendono più belli... :o)
      buona giornata a te e Binotto!

      Elimina
  4. Troppo bello. La somiglianza è indiscutibile.....manca la gobba! ops...quale gobba!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ barbara ma la gobba non era finta? mica ce l'aveva davvero... comuque gobba o non gobba a me Martin piace, pure quello vero mi piace, sarà che trovo interessanti i visi imperfetti...
      e sono contenta che Martin l'assiolo piaccia anche a tutti voi!

      Elimina
  5. rido. per la somiglianza, dico.
    l'assiolo di per sé è stupendo.

    :-D :-* ♥♥♥♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Franny si, fa molto ridere anche a me, anche perché Feldman mi viene in mente tutte le volte che lo guardo! ehehehe
      ♥♥♥♥♥♥♥

      Elimina
  6. Mi fai venire in mente quella vecchia canzone di Gianni Morandi con un bambino: "Quel gufo con gli occhiali…" "Me lo prendi papà?" "Sì".
    Solo che voi siete più: "L'assiolo con strabismo…" "Lo sferruzzi mammà?" "Sì!" XD
    Bellissimo! Sei davvero brava brava! E la Gnometta ha uno splendido zoo di bestioline!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Viviana mio fratello la cantava sempre quella canzone!! è vero Sara ha un bel gruppetto di animaletti, destinato a crescere visto che ora mi ha chiesto una giraffa!

      Elimina
  7. ricordando una battuta di nonno emilio...avresti potuto chiamarlo edoardo!
    (non dico di più perchè potrei essere diffidata, ma tu ti ricordi?...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ zia mariella certo che ricordo!!!! ricordo benissimo! ma la somiglianza con Feldman è stata fatta notare da Marco, e lui il "nostro Edoardo" non lo ha conosciuto! ho un sacco di ricordi divertenti dei gioci fatti a casa sua e in terrazzo con i suoi figli :o)

      Elimina
  8. Bhe senti, io dico che la tua piccola gnoma è davvero fortunata: alle domande non solo ha risposte pronte e scientificamente verificate (con l'ausilio pure del centro ornitologico ecc ecc) ma addirittura può avere, a stretto giro di vite, un esemplare bellisimo e troppo simpatico dell'animaletto oggetto di studio!
    Questa cosa mi piace troppo: le sue domande, i tuoi lavori all'uncinetto che sono davvero unici e originali, lasciatelo dire.
    Devo farli vedere a mamma mia, appassionata di uncinetto ma che finora (a parte centrini, coperte e tovagliame) si è spinta al massimo a fare fiori, qualche borsina e un copricostume. Tutto bellissimo, per carità,
    ma cose di questo tipo mai! No perchè a questo punto un gufetto così lo vorrei tanto pure io!!!
    Spettacolare. davvero.
    Baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Luna di sicuro, visto che tua mamma ha così tanta esperienza per lei sarebbe uno scherzo realizzare questi animaletti...
      Ti ringrazio tanto per tutte le cose belle che mi dici! non c'è una faccina che esprima il rossore? è quella che ci vorrebbe ora!

      Elimina
  9. Ahahah, è verooo.... c'assomiglia tantissimo!!! E quant'è bellino.... io non lo saprei fare davvero, super!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Tatiana :o) la somiglianza è impressionate, e magari ti sembrerà assurdo, ma io trovo a modo suo "bellino" pure Feldman, sarà che mi piacciono i camaleonti... eheheh

      Elimina

Che ne pensi? e dai!!! lasciami un commento...