martedì 17 aprile 2012

* catturati dalla terra...

L'anno scorso, quando ci siamo trasferiti in questa casa, abbiamo piantato le aromatiche, rosmarino, salvia, timo, alloro, e un bel cespuglietto di lavanda; la camomilla cresce spontanea qui e là, abbiamo poi due vasi con le fragole, quattro alberelli di limone che hanno preso una bella strinata con il gelo di febbraio. Nel prato abbiamo piantato un olivo e un piccolo pero.
L'asserzione più frequente dei nostri amici nel vedere il terreno che circonda la casa è stata: -"Ora farete l'orticello..."-. 
La nostra risposta, la mia più che del Capitano per la verità, era [per citare una cara amica "orto-velista" (si, si, proprio tu che stai leggendo, sto citando te!!!)] -"Non ci penso proprio, la terra è bassa e la mia schiena è mal messa!"-
Le ultime parole famose...
Quest'anno la terra ci ha del tutto catturati, e sfruttando uno spazio poco usato sul retro di casa il Capitano armato di vanga e zappa sta preparando il temuto orticello...
Del resto amiamo le piante, la natura in generale, e vedere crescere queste creature è di grande soddisfazione. Per non parlare del risparmio e del guadagno in termini di gusto e salubrità delle verdure. 
Abbiamo comprato dello stallatico puzzolente, ma devo dire che quella puzza mi piace, molto molto  di più della puzza che sento quando mi capita di andare in città.
Abbiamo comprato un po' di semi bio.
Lungo i fossi dei dintorni ci sono tanti canneti, così ci siamo procurati facilmente le canne che sosterranno i pomodori che (speriamo) cresceranno.
Abbiamo sparso i semi dell'insalata direttamente in terra.
Poi abbiamo preparato i semenzai di pomodori, prezzemolo e basilico, utilizzando i contenitori di cartone delle uova, che si sono rivelati molto comodi. Un buon modo di riutilizzare qualcosa che in genere si butta via. Le plantule di prezzemolo le ho già trapiantate in terra, è stato semplicissimo trasferirle perché già separate.



Nelle intenzioni ci sono melanzane e fagioli.
Dal momento che siamo totalmente inesperti, accettiamo consigli e suggerimenti da chiunque ne sappia un po' [e qualcuno a cui chiedere in caso di bisogno lo abbiamo già in mente, sempre l'orto-velista di cui sopra!].
Ora siamo in stand by, aspettiamo che smetta di piovere, rigraziando Madre Natura che così compassionevole ci innaffia le piantine, per rimetterci al lavoro.
:o)

14 commenti:

  1. Evviva la terra da cui tutto nasce e che ci regala frutti meravigliosi!
    p.s. Impossibile averla a disposizione e non provare a piantarci qualcosa no?! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Sarah hai proprio ragione, impossibile resistere, del resto se riusciamo a fare nascere piante da fiore, perché non provarci anche con quelle commestibili?

      Elimina
  2. Che invidia!! noi nella nostra nuova e piccola casa (appartamento) non abbiamo il giardino, ma cerchiamo in tutti i modi di vivere la terrazza...e quando possiamo andiamo da nonno R a veder crescere le piante e le verdure di tutti i tipi! non c'è paragone tra la verdura dell'orto e quella che compri! perciò condivido che un pò la schiena vi duolerà, ma verrete ripagati dai frutti della terra! compliementi e attendiamo nuove foto coi primi risultati!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ mommymarty dovendo lasciare la barca, non avremmo mai potuto abitare in città, per cui nelle nostre ricerche si siamo orientati verso la campagna, silenzio e natura, e partecipare alla crescita di quello che ci circonda è proprio bello, per quanto a volte un po' faticoso, ma forse la fatica fa parte della bellezza...
      quanto ai risultati speriamo di poterne mostrare, significherà che potremo anche gustarli!

      Elimina
  3. Che gran bel lavoro!
    Bravissimi!
    Io purtroppo non ho una casa con giardino, né un orto - ho solo un terrazzo strapieno di piante - ma mangio regolarmente i prodotti dell'orto di mio padre e ne apprezzo sapori, profumi e colori.
    Immagino come si sarà divertita la piccola:)
    Un salutone.
    A presto!
    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Anna ho notato che il tuo terrazzo è una piccola serra! Sara si è divertita e vuole sempre partecipare, a volte fa dei gran pasticci, ma mi piace che apprezzi tutto il processo dal piantare il semino a vedere crescere la pianta, e spuntare i fiori, poi i frutti, fino a mangiarli...
      :o)

      Elimina
  4. eccoci, finalmente a casa! state facendo proprio un bel lavoro, seguendo le giuste procedure vedo(non come noi che a volte improvvisiamo un po').
    Oltre a quello che hai detto pianterei qualche zucchina (un paio di piante e altre 2 dopo una ventina di gg. ti basteranno, altrimenti la calamarata come la fai? Poi anche i cetrioli, se ti piace l'insalata greca, sono piante che non hanno bisogno di grandi cure. Anche noi stiamo aspettando il bel tempo per continuare il lavoro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ barbara davvero trovi che non improvvisiamo? a me sembra proprio che invece facciamo "a come viene", più o meno istintivamente...
      alle zucchine ci ho pensato, devo trovare i semi...
      spero che veniate presto a vedere dal vivo!

      Elimina
  5. Io temo proprio di avere il pollice nero: tutto quello che pianto, inesorabilmente muore! Mi aspetto che, prima o poi, quelli di Guerrilla Gardening scambino il mio balcone per un luogo abbandonato e intervengano loro a rendere verdi e rigogliose le mie povere e tristi piantine di rosmarino e salvia… :-(
    Sai, mi fate un po' invidia: i miei nonni avevano un orto che a me piccolina sembrava immenso e ricordo con grande gioia tutti i profumi e i sapori che la terra regalava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Viviana magari non sei tu la responsabile, ma l'esposizione del tuo balcone... anche io da piccola giocavo tra i filari di piselli e di fave di mia nonna, facendone grandi scorpacciate e a volte prendendomi delle sonore sgridate!

      Elimina
  6. io vengo a vivere lì.
    sallo.

    :-D ♥♥♥♥♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Franny ehehehe, una zappatina in cambio di una minestra! ahahahah, ci vieni a dare una mano?

      Elimina
    2. ma anche di un pomodoro ripieno.
      o di un piatto di calamarata...

      sono già lì. :-D

      Elimina
    3. @ Franny rido!!! certo che si! dopo il lavoro fisico ci vuole una bel piatto sostanzioso, altro che minestrina... :oP

      Elimina

Che ne pensi? e dai!!! lasciami un commento...